Privacy Policy

» Mese della genealogia e della storia di famiglia
» VIII Conferenza “L’ultimo anello di una bella catena”

 

Mese della genealogia e della storia di famiglia

FamilySearch
È la più grande biblioteca genealogica esistente al mondo e raccoglie più di 3 milioni di microfilm provenienti da oltre 110 paesi, 800 mila microfiche, 300 mila volumi e più di 7 milioni di immagini digitali, che corrispondono ad oltre 4 mila km lineari di documentazione.
Il sito riceve oltre 11 milioni di visite giornaliere. La sede principale della biblioteca riceve oltre 2.000 visite al giorno. Nel sito è possibile consultare anche il catalogo dei registri microfilmati.
Dal 2010 è nostro partner nell’organizzazione della Conferenza Internazionale di Genealogia.

Istituto Araldico Genealogico Italiano
Nasce nel 1993 con lo scopo fondamentale di sviluppare la conoscenza dell’araldica, della genealogia, degli ordini cavallereschi e delle altre scienze documentarie della storia, col desiderio di trasformare l’Italia in un Paese avanzato scientificamente in queste materie per offrire a tutti, studiosi o appassionati, un filo diretto con le persone che hanno gli stessi interessi, pur a livelli diversi.

Alessio Boattini
Ricercatore confermato del Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali dell’Università di Bologna. Ha svolto un dottorato di ricerca in Scienze Antropologiche presso la stessa Università ed è stato titolare del corso “Laboratorio di Bioinformatica Applicata alla Biologia Evoluzionistica”. Insieme a Davide Pettener ha condotto una ricerca sul DNA dei partecipanti di Persiceto.

Nardo Bonomi Braverman
Laureato in storia del pensiero, ha lavorato in campo archivistico e si è occupato delle applicazioni dell’informatica alle scienze umane (Atlante storico multimediale, Ed. Sonda, Milano 1995). Dopo ricerche e pubblicazioni di storia locale sul Chianti fiorentino, da quindici anni si occupa di storia e genealogia ebraica. Ha partecipato a numerosi congressi internazionali sull’argomento (Londra, Parigi, New York e Gerusalemme). È stato ricercatore a contratto per il Dipartimento di storia dell’Università di Venezia con oggetto di ricerca le fonti archivistiche per la demografia e la genealogia ebraica. Ha pubblicato una decina di saggi di genealogia: sui rapporti fra ebrei Sefarditi e italiani, sulla storia e sull’onomastica ebraica e la genealogia ebraica in Toscana.

Federica Collorafi

Ten. Col. Giuseppe Arancio
È Capo Ufficio del Centro Documentale del Comando Militare in Emilia Romagna.

Pier Felice degli Uberti
Presidente della Confédération Internationale de Généalogie et d’Héraldique – CIGH e della sua Commissione Premi e Medaglie, dell’International Commission for Orders of Chivalry – ICOC, dell’Istituto Araldico Genealogico Italiano – IAGI, Direttore dell’Institut International d’Etudes Généalogiques et d’Histoire des Familles – ICFHS; 2° Vice-Presidente dell’Academie Internationale de Généalogie – AIG, Accademico dell’Academie Internationale d’Heraldique (AIH).

Marco Horak
Laureato a pieni voti all’Università Bocconi di Milano, ha dedicato molti anni alla ricerca storica-economica e demografica. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni e la partecipazione come relatore a diversi convegni internazionali. Da molti anni ricopre la carica di Vice Presidente di I.A.G.I. – Istituto Araldico Genealogico Italiano, di Deputy Chairman dell’I.C.O.C. – International Commission for Ordes of Chivalry, di Consigliere di Famiglie Storiche d’Italia – F.S.I., di accademico effettivo dell’Accademia Internazionale di Genealogia. È inoltre membro del Consiglio di redazione della rivista “Nobiltà” e membro di vari Comitati Scientifici, fra i quali quello dei musei civici di Palazzo Farnese a Piacenza. È perito e consulente tecnico del Tribunale e della Procura della Repubblica di Piacenza.

Nicola Pesacane
Socio ordinario dell’Istituto Araldico Genealogico Italiano – IAGI.

Maria Carfì
Dipendente dell’Archivio di Stato di Modena, è tutor didattico della Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica, nonché referente del servizio di fotoriproduzione e digitalizzazione. Ha curato diversi saggi e pubblicazioni sul patrimonio dell’Istituto e sulla sua attività.

Riccardo De Rosa
Si è laureato in Storia Moderna all’Università Statale di Milano e ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Storia Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Si occupa di ricerca storica e documentaria da oltre vent’anni, avendo al suo attivo la pubblicazione di numerosi articoli e libri. Dispone inoltre di un diploma in paleografia e diplomatica ed ha una perfetta conoscenza del latino medievale e moderno, oltre che dell’inglese e del francese. È socio dell’Istituto Araldico Genealogico Italiano (I.A.G.I), oltre ad essere socio corrispondente della Deputazione di Storia Patria per le Antiche Province Modenesi e del Centro de Estudios Genealogicos e Historicos de Rosario (Argentina).

Maria Rosaria Petrilli
Si occupa di genealogia dal 2000 circa, quando con il marito Riccardo De Rosa ha fondato uno studio di ricerche storiche e genealogiche, Your Italian Genealogy con sede a Milano.
Ha un curriculum di studi classici e giuridici ed ha maturato esperienze presso studi legali e di dottori commercialisti, scegliendo infine di occuparsi esclusivamente di genealogia e in modo particolare di genealogia successoria.

Michele Bellelli
Laureato in storia contemporanea presso l’Università di Bologna nel 2003. Dal 2002 lavora presso Istoreco come archivista, ricercatore e curatore della fototeca di Istoreco, specializzato nella storia locale della prima guerra mondiale e nella storia dell’industria.
Nel 2011 ha curato per conto dell’Università di Bologna la parte su Reggio Emilia di un progetto dedicato alla creazione di un database regionale online sui partigiani dell’Emilia Romagna, pubblicato nel volume “Identikit della Resistenza. I partigiani dell’Emilia Romagna”, Clueb, Bologna 2011. Dal 2012 cura in particolare l’archivio storico delle Officine Meccaniche Italiane Reggiane, una delle più importanti industrie metalmeccaniche italiane alla metà del XX secolo. Nel 2012 ha introdotto il caso di studio delle OMI Reggiane al convegno internazionale “Migrating heritage: network & collaborations”, presso l’Università di Glasgow, UK. Pubblica articoli sulla rivista di Istoreco “RS-ricerche storiche”, con argomento la Resistenza italiana. Sulle officine Reggiane ha pubblicato i seguenti volumi: “Reggiane, storia di una grande fabbrica italiana”, Aliberti, Reggio Emilia 2016 e “Reggiane in guerra”, Aliberti, Reggio Emilia 2017.

Istoreco
Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Reggio Emilia.
È stato fondato nel 1965 con lo scopo di conservare gli archivi e la memoria della Resistenza reggiana, aderisce alla rete nazione degli istituti storici che fa capo all’Insmli Ferruccio Parri di Milano. Dal 1967 pubblica la rivista 2RS-ricerche storiche”, una delle più prestigiose riviste del settore a livello nazionale.
Fra le sue competenze Istoreco gestisce:
• i Viaggi della memoria, portando ogni anno oltre mille studenti e altrettanti cittadini adulti sui luoghi dei campi di concentramento nazisti e alti luoghi legati alla seconda guerra mondiale, in Italia e in tutta Europa;
• gli Albi della memoria, un database online dove sono raccolti a livello provinciale gli elenchi di tutti i reggiani che sono stati coinvolti nelle due guerre mondiali e in altri importanti conflitti, dal Risorgimento in poi;
• il Polo Archivistico che dal 2002 raccoglie, conserva e rende pubblici tutta una serie di fondi archivistici relativi al XIX e XX secolo.
Cito fra i più importanti: l’archivio storico del comune e della provincia di Reggio Emilia, l’archivio della Resistenza reggiana, l’archivio dell’Associazione nazionale combattenti e reduci, l’archivio della Cassa di Risparmio di Reggio Emilia e l’archivio delle Officine Meccaniche Italiane Reggiane.
Col patrocinio del Ministero della Difesa, Istoreco ha creato, per la prima volta in Italia, il database online completo dei caduti militari della prima guerra mondiale. www.istoreco.re.it

 

torna in cima

f

VIII Conferenza “L’ultimo anello di una bella catena”

Pier Felice degli Uberti
Presidente della Confédération Internationale de Généalogie et d’Héraldique – CIGH e della sua Commissione Premi e Medaglie, dell’International Commission for Orders of Chivalry – ICOC, dell’Istituto Araldico Genealogico Italiano – IAGI, Direttore dell’Institut International d’Etudes Généalogiques et d’Histoire des Familles – ICFHS; 2° Vice-Presidente dell’Academie Internationale de Généalogie – AIG, Accademico dell’Academie Internationale d’Heraldique (AIH).

Franca Baldelli
Direttrice dell’Archivio Storico Comunale di Modena, è laureata in Pedagogia e Filosofia.
In possesso del diploma di Archivistica paleografia e diplomatica (Archivio di Stato di Modena), ha collaborato con l’Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna ed è socio corrispondente dell’Accademia Nazionale di Scienze Lettere ed Arti di Modena e della Deputazione di Storia Patria di Modena. Ha al proprio attivo numerose pubblicazione ed è coordinatore ANAI didattica Emilia Romagna. Ha ricevuto un attestato di Benemerenza dalla Società Dante Alighieri.

Riccardo De Rosa
Si è laureato in Storia Moderna all’Università Statale di Milano e ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Storia Sociale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Si occupa di ricerca storica e documentaria da oltre vent’anni, avendo al suo attivo la pubblicazione di numerosi articoli e libri. Dispone inoltre di un diploma in paleografia e diplomatica ed ha una perfetta conoscenza del latino medievale e moderno, oltre che dell’inglese e del francese. È socio dell’Istituto Araldico Genealogico Italiano (I.A.G.I), oltre ad essere socio corrispondente della Deputazione di Storia Patria per le Antiche Province Modenesi e del Centro de Estudios Genealogicos e Historicos de Rosario (Argentina).

Maria Rosaria Petrilli
Si occupa di genealogia dal 2000 circa, quando con il marito Riccardo De Rosa ha fondato uno studio di ricerche storiche e genealogiche, Your Italian Genealogy con sede a Milano.
Ha un curriculum di studi classici e giuridici ed ha maturato esperienze presso studi legali e di dottori commercialisti, scegliendo infine di occuparsi esclusivamente di genealogia e in modo particolare di genealogia successoria.

Pierre Le Clercq

Chiara Bombardieri
Archivista e bibliotecaria, è responsabile della biblioteca scientifica Carlo Livi e dell’archivio dell’ex ospedale psichiatrico San Lazzaro di Reggio Emilia. Ha partecipato al gruppo di lavoro per l’allestimento del Museo di storia della psichiatria, di cui è conservatore dal 2014. 

Giovanni Bertarini
Nato a Carpi nel 1974, laureato in Storia indirizzo Medievale presso l’Università di Bologna nel 2001. Il mio interesse per la genealogia è nato cercando di dare continuità ai dati che ho raccolto circa 15 anni fa nelle varie parrocchie dell’Appennino Modenese per realizzare un albero genealogico da regalare a mio padre. Per la poca disponibilità di tempo… ho cercato da autodidatta di farmi una cultura soprattutto online e ho sfruttato il social network Facebook per creare il gruppo I Bertarini nel mondo.

Piero Colussi

Genny Ghedini

Juan Antonio Rodriguez Rodriguez

 

 

torna in cima